Home > La mia vita > E-bike: a Chambave la prima uscita dell’anno


E-bike: a Chambave la prima uscita dell’anno

Pubblicato da
Condividi:
  •  
  • 38
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

 

42 chilometri praticamente tutti controvento, gambe fredde, batteria giù di corda… Un po’ di fatica, ma tanto divertimento, e la bici va che è un piacere!

In questo articolo vi ho raccontato le modifiche che ho recentemente apportato alla mia e-bike. Per inaugurare la nuova trasmissione, domenica 7 ho effettuato la prima uscita dell’anno. Non da solo, ma in compagnia dei mitici Simone e Claudio, appassionati di bici ben più — e da più anni — di me.

Si è trattato in verità di un tragitto tutt’altro che impegnativo: siamo partiti dall’Area Verde di Gressan, abbiamo percorso tutta la ciclabile fino a Saint-Marcel, poi un tratto di strada (la regionale 35 che arriva da Plan Felinaz) e poi ancora il nuovo tratto di ciclabile che parte dalla regionale poco prima di Fénis e conduce al cimitero del paese; da qui, il nuovo tratto si innesta in quello preesistente che da Fénis prosegue fino a Chambave — dove noi ci siamo fermati — e poi ancora fino a Saint-Vincent (percorso di una delle uscite dell’estate 2020).

In totale abbiamo macinato poco più di 42 km. La mia e-bike, con la sua nuova trasmissione, si è rivelata davvero divertente e ho potuto apprezzare le doti del nuovo cambio a 9 rapporti. Così come divertente è stata — ça va sans dire… — la compagnia.

Tuttavia, non sono mancati alcuni problemi. Intanto, nonostante la giornata non particolarmente fredda, abbiamo pedalato quasi sempre controvento, con conseguente maggiore fatica.

In secondo luogo, ammetto che per me 42 km senza allenamento, con le gambe “fredde” dopo quattro mesi di sosta invernale, sono stati troppi: ad un certo punto, le gambe hanno iniziato a dolermi e poi sono arrivati i crampi; nulla di grave, certo, ma avrei dovuto incominciare con una tratta più breve.

Infine, la batteria mi ha abbandonato anzitempo: sarà perché è rimasta tutto l’inverno innestata nella bici in garage al freddo — mentre avrei dovuto (ma me lo hanno spiegato troppo tardi…) staccarla e tenerla in casa al caldo —, sarà perché ho usato la pedalata assistita quasi per tutto il percorso, fatto sta che proprio quando ne avevo più bisogno perché stavo faticando il motore si è spento e non si è più riacceso.

A parte questi inconvenienti, è stato bello riprendere. Adesso, spero che il clima volga finalmente al tepore primaverile, così da uscire la domenica su percorsi via via più lunghi e conquistare nuove mete.

Statistiche del percorso

Distanza percorsa42,43 kmAltitudine minima529 m
Tempo di corsa02:52:58Altitudine massima648 m
Velocità media14,7 km/hRitmo netto00:04:05 tempo/km
Velocità massima36,0 km/hTempo totale03:56:16

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.