Home > Mondo DSA > Software utili > PDF-XChange Editor: come sfruttare al massimo i libri digitali (e gli altri documenti in PDF)


PDF-XChange Editor: come sfruttare al massimo i libri digitali (e gli altri documenti in PDF)

 

 

I libri digitali sono considerati a ragione uno degli strumenti compensativi più importanti per gli alunni che presentano disturbi dell’apprendimento. Tuttavia, per sfruttare appieno questa risorsa è indispensabile utilizzare il giusto software, senza “accontentarsi” e scendere a compromessi usando uno dei tantissimi programmi per la gestione dei documenti in PDF.

Nel panorama dei software per la gestione dei documenti in PDF quello che “fa la differenza” è PDF-XChange Editor, il quale permette agli alunni con DSA di usare i libri digitali con la medesima efficienza e i medesimi risultati che offrono loro i libri tradizionali.

Scarichiamo e installiamo il programma

PDF-XChange Editor è un prodotto commerciale distribuito da Tracker Software, che ha sede nel Regno Unito. Se si opta per acquistarlo, il costo è decisamente affrontabile, soprattutto tenendo conto delle eccellenti caratteristiche del prodotto, e dà diritto a una licenza a vita, per cui il programma potrà essere usato per sempre senza ulteriori spese.

Tuttavia, è possibile scaricarlo gratuitamente e usarlo senza la necessità di acquistare la licenza: in questo caso, alcune funzionalità — quelle riservate alla versione a pagamento — saranno comunque utilizzabili, ma sui documenti poi salvati comparirà un watermark, una filigrana, con il logo «Demo». Poiché le funzioni “premium” di cui un ragazzo con DSA avrà bisogno si contano sulle dita di una mano, e poiché il watermark non è d’intralcio allo studio — compare nel margine superiore della pagina —, non vi è alcun problema a usare PDF-XChange Editor senza licenza.

Il sito di Tracker Software, da cui scaricare PDF-XChange Editor.

Una volta andati sul sito del programma è sufficiente premere il bottone DOWNLOAD (BUY NOW se decidete di acquistare la licenza): sul computer verrà scaricato il file PDFXVE9.zip. Come suggerisce il nome, si tratta di un file ZIP, che quindi dovrete prima scompattare; verrà creata una cartella con il medesimo nome, dentro la quale troveremo il file PDFXVE.exe: fate doppio clic su questo file e partirà l’installazione del programma.

L’installazione è in inglese, ma occorre soltanto premere sul tasto Next a ogni schermata. Alla richiesta Choose Setup Type fate clic sul bottone Complete per ottenere l’installazione di tutte le funzionalità del programma. Nella successiva schermata, Registration Information, lasciate la spunta su Free Version se avete optato per la versione gratuita senza licenza, e proseguiamo. Al termine dell’installazione, cliccando su Finish si aprirà il programma, già localizzato in lingua italiana.

Tornate all’inizio

Il funzionamento

Per avviare il programma è sufficiente fare doppio clic sulla sua icona, che compare sul desktop al termine dell’installazione. PDF-XChange Editor si presenta con un’interfaccia ordinata e suddivisa in cinque differenti sezioni.

L’interfaccia completa e ordinata del programma.

  • In alto troviamo, ovviamente, la barra degli strumenti; di default è organizzata secondo l’impostazione ribbon — nata con Microsoft Office e ormai diffusa in molti software —, ma è possibile passare all’impostazione «classica», che personalmente prediligo.
  • La sezione centrale è dedicata alla visualizzazione dei documenti, che vengono aperti in schede diverse così da poter passare velocemente da uno all’altro.
  • Il pannello laterale sinistro — che deve essere attivato manualmente, e vi consiglio di farlo se avete uno schermo abbastanza grande — ospita la visualizzazione delle miniature delle pagine oppure altre informazioni.
  • Il pannello laterale destro, se attivato, mostra le proprietà degli elementi di volta in volta attivi.
  • Infine, l’immancabile barra di stato in basso mostra ulteriori informazioni sul documento aperto, la navigazione tra le pagine, lo zoom.

La quantità di funzioni offerte da questa applicazione è davvero smisurata. Pertanto, come già ho fatto per FacilitOffice, in questo articolo mi limito a presentarvi quelle secondo me più utili ai ragazzi con DSA, raggruppandole per categoria.

Lettura tramite sintesi vocale

Partiamo dalla caratteristica più utile ai ragazzi dislessici: ascoltare la lettura del testo tramite la sintesi vocale del computer.

Prima di utilizzare tale funzione, però, è opportuno apportare alcune modifiche alle impostazioni del programma. Per farlo, entrate nel menu Modifica → Preferenze (oppure premete i tasti Ctrl+K) e poi nella scheda Discorso.

  • Portate al 100% il volume: ciò consentirà di sentire decisamente meglio la lettura, in quanto il volume di default risulta troppo basso.
  • Se lasciate la spunta su Utilizza la voce predefinita, viene usata di default la voce Microsoft Elsa Desktop, quella di Windows 10; se avete seguito il mio consiglio e avete installato una voce commerciale, togliete la spunta e scegliete quella dal menu a tendina (ad esempio, Vocalizer Expressive Federica Premium); se state lavorando su un testo in francese o in inglese, scegliete la voce corrispondente (Hortense oppure Hazel).
  • Togliete la spunta a Utilizza gli attributi predefiniti per la voce, poi spostate su –2 il cursore Velocità: la velocità di lettura standard è francamente eccessiva, secondo me –2 è un buon compromesso, ma nel caso si può diminuire ancora il valore. Fate una prova di ascolto premendo il bottone Leggi questo testo.
  • Salvate le impostazioni e chiudete la relativa finestra.

La finestra delle opzioni di lettura ad alta voce con le impostazioni da me suggerite.

Dopo aver opportunamente configurato queste opzioni, possiamo iniziare a usare la funzione di lettura:

  • attivate lo strumento Selezione testo premendo il relativo bottone nella barra degli strumenti;
  • selezionate con il mouse la parte di testo che volete leggere;
  • fate clic con il tasto destro sul testo selezionato e scegliete Leggi il testo selezionato ad Alta Voce.

Annotazioni al testo

Proprio come su un libro cartaceo, PDF-XChange Editor consente di applicare annotazioni al testo evidenziandolo, sottolineandolo, eliminandolo o “incollando” delle note adesive colorate dove possiamo scrivere quello che vogliamo.

I bottoni per attivare queste funzioni si trovano raggruppati nella barra degli strumenti e sono:

  • Evidenziatore, per evidenziare il testo;
  • Barrato, per barrare (cancellare) una parte del testo che, ad esempio, non è da studiare;
  • Sottolineato, per sottolineare il testo;
  • Sticky Note, per aggiungere un post-it colorato: la nota adesiva può poi essere chiusa per non occupare spazio sul libro, e successivamente di nuovo aperta — quando serve leggerne il contenuto — facendo doppio clic sull’icona del fumetto.

Gli strumenti funzionano allo stesso modo: si preme il relativo bottone per attivare lo strumento, poi si trascina sul testo che ci interessa, e il gioco è fatto! Tenendo premuto il bottone si apre un piccolo menu dal quale è possibile scegliere il colore dello strumento e proprietà aggiuntive per alcuni di essi.

In un momento successivo è sempre possibile apportare modifiche alle annotazioni che abbiamo applicato: è sufficiente fare clic su quella che ci interessa e poi cambiarne le proprietà, ad esempio il colore, dall’apposita barra delle proprietà che si apre sotto quella degli strumenti. Allo stesso modo, premendo Canc (o Del) sulla tastiera possiamo eliminare l’annotazione selezionata.

Scrittura sul libro

Scrivere appunti a margine, annotare il significato di una parola, aggiungere spiegazioni fornite dall’insegnante, eseguire esercizi direttamente sul libro: sono tutte operazioni che questo programma ci consente di effettuare in maniera assolutamente rapida e semplice.

Lo strumento per svolgere questi compiti si chiama Macchina da scrivere: occorre premere il relativo bottone, posizionare il cursore nel punto in cui si intende scrivere, infine iniziare a scrivere. La macchina da scrivere si presenta come un semplice programma di videoscrittura all’interno di PDF-XChange Editor: dalla sua specifica barra delle proprietà è infatti possibile cambiare tipo, colore e dimensione del carattere, applicare il formato grassetto o corsivo (ma anche apice o pedice), allineare il testo, creare elenchi puntati e numerati e quant’altro. Si tratta di uno strumento davvero potente e decisamente utile!

Se, poi, volessimo evidenziare maggiormente i nostri appunti, possiamo scegliere lo strumento Casella testo, che consente di applicare a quanto scriviamo una cornice, uno sfondo e così via.

Infine, lo strumento Richiamo aggiunge ai nostri appunti una cornice e una freccia che possiamo modificare e posizionare come vogliamo, così da collegare quanto scriviamo al testo del libro o a un’immagine.

Applicazione di forme geometriche, linee e frecce

Nella parte destra della barra degli strumenti troviamo quelli che ci servono per applicare elementi grafici al documento. Il funzionamento è sempre il medesimo: tenendo premuto uno dei pulsanti possiamo impostare le preferenze dello strumento; dopodiché, trascinando il mouse sul documento applicheremo la grafica desiderata.

Successivamente, sarà possibile modificare altre proprietà attraverso i bottoni e i menu nella barra specifica dello strumento scelto (ad esempio, colore, stile, spessore, trasparenza).

Un libro digitale sul quale ho “lavorato” un po’!

Copia di immagini

Quando si scrive una ricerca o un riassunto, quando si realizza una presentazione, quando si crea una mappa mentale è sicuramente utile inserirvi alcune immagini tratte dal libro digitale. Con PDF-XChange Editor questa operazione è semplicissima:

  • attivate lo strumento Snapshot (macchina fotografica);
  • trascinate il mouse creando una cornice intorno all’immagine che volete copiare;
  • quando rilasciate il tasto del mouse sentirete il suono di una macchina fotografica che scatta una foto: l’immagine è stata copiata;
  • andate sul documento dove dovete inserire l’immagine e date il comando Incolla (o premete Ctrl+V): fatto!

Estrazione di pagine specifiche

Pensiamo a uno studente che svolga i compiti sul libro digitale e che poi debba inviarli via mail all’insegnante oppure caricarli su Classroom: inviare o caricare l’intero libro sarebbe impensabile e del tutto inutile. È quindi fondamentale poter estrarre singole pagine del libro e inviare solo quelle.

Per farlo, una volta terminato il compito e salvato il lavoro, recatevi nel menu Documento → Estrai pagine. L’icona del carrello vi avvisa che si tratta di una funzione che richiede l’acquisto della licenza — una delle poche che ci servono —: se avete optato per la versione gratuita del programma, come dicevo all’inizio, le pagine estratte riporteranno il watermark «Demo», che tuttavia — per i nostri scopi — non causa alcun problema.

Nella finestra che si apre dovete selezionare le pagine da estrarre: Corrente oppure Custom (in questo caso occorre inserire i numeri delle pagine); l’opzione Tutto non ci serve, mentre per usare Selezionato si deve, prima di aprire questa finestra, selezionare dal pannello laterale sinistro le miniature delle pagine che ci interessano. Lasciate invariate le altre opzioni, inserite il nome che volete assegnare al documento estratto (ad esempio, Esercizi dell’11 febbraio 2022), scegliete la cartella in cui salvarlo, infine premete il tasto OK. Si aprirà in automatico la cartella di salvataggio, dove troveremo il documento appena creato, composto solo dalle pagine che ci interessano, e che potremo quindi inviare via mail o caricare su Classroom.

La finestra di estrazione delle pagine.

Tornate all’inizio

Alcune funzioni avanzate

Adesso è il momento di andare un po’ più a fondo e scoprire altre funzioni decisamente avanzate di questo software, che vi consentiranno di lavorare con i libri digitali in modo ancora più efficace.

Collegamento di file esterni

Delle funzioni avanzate, questa è sicuramente la più interessante: offre la possibilità di collegare un qualunque file esterno al programma — un documento di testo, una presentazione, una mappa, un’immagine, un video: appunto, qualunque file! — e aprirlo dal libro digitale con un semplice clic. Vediamo come fare:

  • selezionate lo strumento File Allegato: contrassegnato da una graffetta, si trova subito sotto lo strumento Sticky Note;
  • fate clic nel punto della pagina dove intendete piazzare il collegamento, cioè una piccola icona — la cui forma potete cambiare tenendo premuto il bottone della graffetta — che indica la presenza di un file esterno;
  • cercate il file che volete collegare e premete su Apri: fatto!

Successivamente, facendo doppio clic sull’icona del collegamento si aprirà direttamente il file collegato, senza la necessità di andare a cercarlo in giro tra le varie cartelle del computer.

Inserimento di note vocali

Un’altra funzione consente di inserire dell’audio nel testo: può essere un file audio già salvato sul computer oppure una registrazione effettuata tramite il microfono. Quest’ultima possibilità è senz’altro la più utile: pensate alla comodità di registrare delle veloci note vocali mentre studiate.

  • Selezionate lo strumento Suono;
  • fate clic nel punto della pagina dove intendete piazzare l’audio; anche in questo caso, potete modificare l’icona tenendo premuto il bottone;
  • premete il tasto Sfoglia se volete inserire un audio già salvato sul computer, oppure il bottone di registrazione (quello con il pallino rosso) se volete registrare dal microfono;
  • al termine, premete OK.

Facendo doppio clic sull’icona dell’audio, questo verrà immediatamente riprodotto.

La finestra per la selezione o la registrazione di un suono.

Ricerca di testo

Se avete la necessità di cercare una certa parola o una certa frase all’interno del libro potete farlo tramite lo strumento Trova. Premendo questo bottone è possibile scegliere due strumenti di ricerca:

  • Trova apre una piccola barra nell’angolo in alto a destra del libro ed è sufficiente per ricerche veloci, senza particolari esigenza;
  • Cerca apre invece una finestra nel pannello laterale destro, dove è possibile impostare tantissime opzioni e criteri avanzati di ricerca, e dove è possibile vedere in anteprima un elenco delle corrispondenze trovate con l’indicazione delle pagine in cui si trovano.

Gli strumenti per la ricerca: nel pannello laterale destro si vede la finestra con le opzioni di ricerca e l’elenco delle occorrenze trovate nel testo, le quali a loro volta vengono evidenziate.

Tornate all’inizio

I video tutorial

Nel primo video tutorial spiego nel dettaglio come scaricare e installare PDF-XChange Editor e come usare nella pratica le sue funzioni principali, con esempi tratti dalla mia esperienza in studio; nel secondo illustro alcune funzioni più avanzate, per ottenere ancora di più dai libri digitali.