Home > Luoghi & Viaggi > Quattro passi a San Marino


Quattro passi a San Marino

Pubblicato da

La Rocca

Cavoli, mi rendo conto che sto veramente scrivendo troppo poco sul mio blog!… È vero che gli impegni sono sempre tanti e che soprattutto la sera (momento in effetti ideale per raccogliere le idee e buttare giù qualche parola) sono pressoché sempre via; ma è anche vero che se ho questo sito, sarebbe anche giusto che io lo tenessi un po’ vivo, no?
Dunque, riprendiamo da dove eravamo rimasti, cioè dal ritorno in Abruzzo. Il giorno della partenza per il ritorno a casa avevo deciso di fermarmi a Bologna, dove – sembra strano, ma è così – non sono mai stato; tuttavia, partendo da L’Aquila alle 9, sarei stato nel capoluogo emiliano intorno alle 12: con il tempo che avrei impiegato per entrare in città, trovare parcheggio e mangiare qualcosa, me ne sarebbe rimasto ben poco per vedere anche solo un minimo della città, visto che poi avrei ancora avuto altre tre ore di viaggio. Dunque, ho desistito, rimandando ad altro momento la visita alla città delle torri.
Un'immagine scontata, ma sempre d'effettoMentre viaggiavo, prossimo a Rimini, leggendo quasi distrattamente il cartello che indicava la Repubblica di San Marino tra i luoghi raggiungibili da quell’uscita, ho realizzato che neppure lì ero mai stato, e che quattro passi sulla Rocca mi avrebbero richiesto certo meno tempo rispetto a Bologna. Detto fatto, ho deviato e ho varcato il confine di stato (!). Parcheggio facile, Nikon in mano, e via! Peccato per le condizioni meteo, che mi hanno impedito di godere (e fotografare…) lo spettacolare panorama, dal momento che le nuvole avvolgevano la Rocca come una nebbia. Ma sono rimasto affascinato da quel posto e dalle sue particolarità: il fatto di essere uno stato grande come una città; il suo ordine e la sua pulizia; i mille negozietti che vendono qualunque cosa specifica (il negozio del legno, quelle delle candele, quello delle armi, quello dei liquori…); i francobolli ancora in lire italiane dopo undici anni che non li vedevamo più. Insomma, veramente un mondo a sé!
L’ho girata tutta, San Marino, ovviamente senza entrare in nessun museo o castello; ma vorrei tornarci, perché merita starci un giorno intero, o anche due. Piatto di tortellini panna e prosciutto in localino panoramico, ultimo giro e poi di nuovo in macchina, perché da lì a casa ci sono comunque quattro ore abbondanti.
Per chi fosse curioso, nella sezione delle foto dei viaggi ci sono anche quelle di questi quattro passi a San Marino.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.